Salta direttamente al contenuto
  1. Home
  2. News
  3. myCIVIS: nuovo accesso ai servizi online PA provinciali e statali

myCIVIS: nuovo accesso ai servizi online PA provinciali e statali

https://my.civis.bz.it/ è il nuovo accesso web ai servizi online dell’amministrazione pubblica dello Stato e in Alto Adige. È stato presentato oggi a Bolzano.

Prrsentazione di myCIVIS: da sinistra, Tais, l'assessora Deeg e Gasslitter (Foto rm)

myCIVIS è la nuova area riservata per utilizzare i servizi online della Rete civica dell’Alto Adige. Accanto all’accesso eGov e alla Carta servizi, questa evoluzione prevede per la prima volta anche l’accesso ai servizi online delle pubbliche amministrazioni statale e locali attraverso il nuovo SPID (sistema pubblico di identità digitale) attivato a livello nazionale. Oggi a Palazzo Widmann l’assessora provinciale all’IT Waltraud Deeg ha presentato il nuovo portale web con Michele Tais della Ripartizione provinciale informatica e il direttore generale di Informatica Alto Adige Stefan Gasslitter.

Nel suo intervento l’assessora Deeg ha ricordato la legge provinciale del 2016 sulla pubblica amministrazione e le tappe di attuazione della strategia Alto Adige digitale 2020 sull’ampliamento dei servizi online e un accesso facilitato per l’utente. Attualmente oltre 80 servizi della Provincia sono garantiti con accesso eGov e Carta servizi, ad esempio le domande per assegno al nucleo familiare, mensa per scolari, iscrizioni agli esami di bilinguismo, visure catastali. "I servizi sono continuamente ampliati per assicurare a cittadini e aziende un contatto costante con la PA", ha detto Deeg. Concetti ribaditi da Gasslitter: "Con myCIVIS abbiamo posto grande attenzione su un layout moderno e semplificato che permetta all’utenza di usufruire dei servizi online più velocemente e semplicemente." Nuovi sono il nome myCIVIS e anche la veste grafica. I contenuti sono organizzati meglio e raggiungibili più facilmente, servizi e messaggi sono a portata di clic. Una sezione specifica è di aiuto con tutte le informazioni utili ed è consultabile anche senza effettuare il login. Anche i servizi online si presentano in una veste aggiornata e più moderna e le pagine statiche sono ottimizzate per i dispositivi mobili (laptop, tablet, smartphone, ebook-reader, apparecchi tv). La nuova piattaforma Internet è in gran parte finanziata tramite le risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) assegnate alla Provincia.

Michele Tais ha illustrato gli attuali sviluppi nel campo dell’eGov: l’accesso ai servizi online di myCIVIS avviene, come finora, tramite Carta servizi e account eGov, ma si aggiunge anche la chiave di accesso SPID, “un grande passo avanti in quanto SPID permette di accedere con username e password a tutti i servizi online delle PA in Alto Adige ma anche ai servizi digitali a livello statale e sovraregionale”. Dal 1° marzo 2018 sarà necessario attivare uno SPID in sostituzione dell’account eGov, perché resteranno disponibili solo due chiavi di accesso ai servizi online delle amministrazioni pubbliche, ossia Carta servizi e SPID. È quanto prevede il Codice dell’Amministrazione digitale, che a fine febbraio abolirà l’account eGov. Attualmente i cittadini possono beneficiare dei servizi sul web secondo la procedura abituale, da oggi al nuovo indirizzo https://my.civis.bz.it/

Chi intende attivare già ora lo SPID può rivolgersi a 7 provider (si veda www.spid.gov.it), l’attivazione attualmente è gratuita. Uno sportello apposito è operativo anche alle Poste, inoltre sarà possibile attivare lo SPID anche allo stand della Rete civica alla prossima Fiera d’autunno in novembre a Bolzano. Nel 2016 gli account eGov registrati in Alto Adige erano 97mila, dei quali 20mila attivamente usati.

pf

Galleria fotografica